waterwikipedia
Name of artefact
Mulino del Subissone
Abstract
Location
 
Dating
 
General
features
Relationship
 
Present
context
Artefact
description
Virtual
tour
Documentation
 
Biblio
 
Sitography
 
Author
 
Wiki
 
Country: Italy
Region: Lazio
District: Viterbo
Municipality: Acquapendente
Century: 19
Year:
Age:
Typology of artefact: watermill
Related items:
Category of use: productive use
Technical function: other
Relationship with other artefacts and elements related to water:
Il Mulino del subiossone è stato ricostruito poco più a valle di un precedente mulino segnalato anche nel Catasto Gregoriano, probabilmente preferendo un altro luogo di confluenza di più torrenti con conseguente maggiore portata di acqua. A poca distanza dal mulino è ubicato un ponte detto "romano" in pietra sulla strada comunale "La salara" che collegava Torre Alfina con Acquapendente. Il ponte detto "romano" è di sicura fattura medievale e probabilmente preesistente. Una pietra riporta la datazione 1837 ed è stato restaurato nel 2005. Associate al ponte del mulino sono legate delle leggende locali. A pertinenza del mulino si trova un forno a legna dove veniva realizzata la cottura del pane dal mugnaio e dalle famiglie dei contadini dei casali vicini.
Hydrological and morphological aspects:
Il Mulino è ubicato nella scarpata fluviale del Torrente Subissone. Il torrente incide profondamente il tavolato vulcanico fino nel suo corso verso il fiume Paglia e porta in evidenza il basamento di rocce sedimentarie sottostante le rocce vulcaniche dell'area che caratterizzano l'area e la cosiddetta bancata vulcanica.
Landscape aspects:
Il Mulino è inserito nella Riserva naturale Monte Rufeno e nello specifico sul suo confine, nella Valle del Subissone, caratterizzat da una notevole copertura forestale con querceti, boschi mesofili e igrofili lungo il torrente. Il Mulino si trova lungo il Sentiero Natura del fiore che è stato pensato come sezione esterna del Museo del Fiore e per interpretare le caratteristiche del territorio della Riserva Naturale Monte Rufeno. Lungo il tragitto sono state individuate 22 stazioni, nelle quali è possibile riconoscere fenomeni naturali o peculiarità già descritte nel Museo. I disegni ed i testi esplicativi dei pannelli sono caratterizzati da un linguaggio semplice, comprensibile anche dai più piccoli, ma allo stesso tempo rigoroso, scientifico ed efficace. Alcune stazioni sono "arredate" con collezioni di tracce della vita naturale, soprattutto quelle poco visibili ad un occhio poco allenato o attento, come le borre dei rapaci notturni, gli aculei dell'istrice, le galle formate dagli insetti, le penne lasciate dagli uccelli ecc. Una stazione è dedicata interamente al vecchio mulino, con la descrizione delle sue attività e del rapporto uomo-natura. Altra originale stazione è senza dubbio l'arnia didattica: una struttura realizzata specificatamente per l'osservazione delle api in attività (ovviamente progettata per escludere eventuali seccature come le punture degli insetti). Le arnie hanno una parete trasparente, dove da un osservatorio sicuro si può seguire la complessa vita di questi grandi impollinatori. Attraverso questo viaggio nel Sentiero Natura impareremo a conoscere direttamente piante ed animali, a comprendere dei fenomeni biologici principali e le interazioni degli ecosistemi, lo studio della storia locale, la responsabilità dell'uomo nei confronti dell'ambiente.
Architecture: Il Mulino si presenta con la tipologia dei casali tradizionali della zona. E' costituito da tre livelli: 1) piano del torrente con locali accesso turbina; 2) piano intermedio con locali con macine in pietra azionate dalla turbina; 3) piano alto, al livello della vasca di accumulo, che costituiva la casa del fattore.
Materials used: Il Mulino è stato realizzato con le pietre disponibili localmente di natura sia vulcanica che sedimentaria e risulta realizzato a faccia vista con blocchi di pietra lavica, di tufo e di arenaria e ciottoli di fiume
Building Technique:
Transformations:
Present state: active
Ownership: yes
Ties: yes
Accessibility: yes
Usability: yes
State of preservation: restored
Virtual Tours of the water artefacts:
Productive use (Produttivo)
Documentation (photo, iconography, cartography, functional diagram of the artefact etc.):
Pepparulli R., Squarcia R., 1992. Torre Alfina. Storia e documenti della sua vita. Comune di Acquapendente, Assessorato Cultura, Biblioteca Comunale. Zannella C., 2004. Il territorio, la storia e l’ambiente attraverso i diritti civici e le propietà collettive. In: Macchia F., Pasquetti A. (eds.), 2004. Acquapendente e il suo territorio, Regione Lazio, International Printing Editore, Avellino, p. 66 – 82.
http://www.comuneacquapendente.it/info-turistiche/riserva-nat-monte-rufeno/punti-dinteresse/luoghi-dinteresse www.museodelfiore.it http://www.laperegina.it/mulino/index.html http://www.riservamonterufeno.it/ http://www.universitagrarie.org/index.php?option=com_content&view=article&id=145
Name: Gianluca
Surname: Forti
Institution affiliation: Museo del fiore, Comune di Acquapendente
Email:
Nome:
Testo: